Mamma e riposo: la frustrazione per mancanza di sonno

Stanotte non si chiude occhio, Mattia ha il sonno agitato e io resto sveglia per rasicurarlo e tranquillizzarlo.

Raramente mi è capitato di vegliare sul suo sonno, ed ora, mentre accampati da 20 giorni nell’attesa che finiscano i lavori nella casa nuova Matti dorme nel lettone con noi, mi godo il silenzio di questa calda nottata milanese.

Potrei frustrarmi per il mancato riposo, so già che domani mi sentirò come se un trattore mi fosse passato sopra più volte, ma solo ora mi rendo conto che anche questi momenti, per quanto pesanti, valgano la pena di essere vissuti a pieno.

Matti rotola per il letto accarezzandomi di tanto in tanto con le sue mini manine paffute, striscia avvicinandosi a Tony, attaccandosi con così tanta forza da farlo quasi cadere dal letto, rotola nuovamente verso di me, cercando conforto e abbracciandomi, chiacchiera nel sonno con la sua vocina tenera e ne approfitto per riempire di baci la sua testolina che profuma ancora di latte. La sua pelle sembra fatta di impasto della pizza e mi devo trattenere per non riempirlo di morsi.

So che fino a qualche tempo fa avrei passato questo momento innervosendomi e stressandomi, ma stanotte guardando la situazione con altri occhi mi chiedo quanti momenti, dettagli, sensazioni ho perso concentrandomi a guardare il lato sbagliato della medaglia.

Vi siete mai sentiti così?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...